Italiano  English  

 

   Nato in guerra logo-color-facebook-96.png logo-color-googleplus-96.png logo-color-twitter-96.png

logo-color-youtube-96.png

 

 

 

 Evoluzione ed apprendimento seguono le stesse leggi formali.

Gregory BATESON  

 

 

  

io-attento.JPG

 

 

Sono nato a Cuorgnè, in provincia di Torino, il 14 giugno 1942.

Mio padre Bruno era di Solero mentre mia madre Rosa Tartaglino era di San Damiano d'Asti.

Mio padre, Bruno, nel 1940, dopo il servizio in prima linea sul fronte albanese come ufficiale di artiglieria, ha prestato servizio in qualità di istruttore presso la scuola di artiglieria da montagna di Cuorgnè dove sono nato.

Dopo solo tre mesi mio padre venne trasferito alla scuola di artiglieria costiera di Terracina (NA) dove siamo rimasti sino a poco prima della firma dell'armistizio dell'otto settembre 1943.

Pochi giorni prima della firma mio padre venne informato di quanto sarebbe successo ed ha mandato, con un treno merci, me e mia madre a Solero, dai genitori paterni.

Alla comunicazione ufficiale della firma dell'armistizio mio padre, in assenza di ordini dal comando d'arma, sciolse il reggimento e tornò a Solero a piedi con in spalla il grammofono che mia madre gli aveva regalato.

Giunto a Solero mio padre prese contatto con l'on Livio Pivano,  responsabile nell'area delle formazioni di "Giustizia e Libertà"  e poi primo Prefetto dopo la Liberazione.

Dopo aver organizzato una formazione, che poi da lui prese il nome, iniziò le prime azioni di guerriglia ad ovest di Alessandria...

.........

A metà gennaio del 1945, tornò di notte a casa a trovarci ...

Una spia del paese  lo aveva denuniato ...

Le brigate nere lo imprigionarono...

... e lo torturarono ...

... e lo trascinarono

sulla strada coperta di neve là,

poco prima di Casalbagliano ...

...dove lo trucidarono.

Ed IO ...quella notte ...

io-papa003.jpg freccia-verde-dx120x80.jpg mamma-accanto-a-papa-19450201-400x542.jpg

 

Noi esseri umani apprendiamo dai comportamenti degli esseri viventi con i quali veniamo in contatto soprattutto nei primi 5 anni di vita.

 L'apprendimento in così giovane età costruisce le strutture fondamentali della mente. Le strategie inconsce messe a punto in quel periodo, salvo grandi sforzi di cambiamento consapevole, saranno le abitudini che ci accompagneranno poi per tutta la vita.

I comportamenti di mio nonno materno, Tartaglino Ambrogio, del quale ho il secondo nome, di mio nonno paterno Vincenzo, del quale ho il primo nome e di mio padre Bruno hanno "programmato" molte delle mie strategie di vita.

Il loro esempio di coerenza e di rigore, di rispetto di ogni essere vivente, di rifiuto delle logiche di clan e di sacro amore per la libertà individuale nel rispetto di quella altrui hanno fortemente influenzato le mie scelte. Mi hanno inoltre insegnato che ciascuno di noi è artefice della sua vita. Mi hanno insegnato ad essere umile con gli umili ed arrogante con gli arroganti. Mi hanno insegnato a diffidare dei gruppi, delle congreghe, dei clubs e di ogni forma di associazione che tuteli il bene di parte a discapito del bene di tutti. Mi hanno insegnato che il bene di tutti è incompatibile con l'oppressione dei singoli.

Ho in progetto la descrizione, attraverso pagine del web, della loro eredità ideale, del loro grande ed insostituibile patrimonio di valori e di convinzioni. Le loro mappe del mondo e le loro strategie sono forse inadatte a raggiungere il successo nella vita così come oggi esso viene ricercato ed inteso.

Nella mia mappa la loro vita è però stata un successo! Ho il dovere di cerebrarli. Lo faccio ogni giorno cercando di raggiungere il loro livello di etica, il loro "senso" della ecologia ed il loro "successo". Lo farò con pagine dedicate a ciascuno di loro. Qui, in queste pagine, comincio da me. Affinchè si sappia. Affinchè sempre più persone facciano ciò che facciamo ed abbiamo fatto noi. Affinchè sempre più persone acquisiscano la capacità di ...

 

...deprimere latos...

...levare stratos.

Anche per quanto

contenuto nelle due

righe precedenti 

mi piace Alessandria!

 

Vincenzo Pasino

 

 

DEPRIMI ELATOS!

 

VAI

 

Riflessioni sul ruolo

delle Avvocature nella

Amministrazione Pubblica

 

LEGGI

 

 

 

ACCESSO

RAPIDO A:

 

IMMAGINA 

 

LA CAUSA DI LAVORO

 

TUTTE

le sentenze

di giudici giusti ed indipendenti

e

di giudici  superficiali, prevenuti, 

gaglioffi e/o collusi

AL TEMPO DI CUTTICA SINDACO

La arroganza autoreferenziale della Amministrazione

 Rossa

La strumentale inerzia della Amministrazione

Fabbio

La comoda ignavia della

Amministrazione

Scagni

Il mobbing della

Amministrazione

Calvo

LE ACCUSE DEL CONFIDENTE

E LA CAUSA PENALE

ALCUNI MARCI SOTTOSISTEMI DELLO STATO 

 

 

 

 

 

 

© Copyrigth 2008-2019

Vincenzo Pasino

Contatti

Privacy